You are currently viewing Liposuzione, la cura risolutiva per il Lipedema

Liposuzione, la cura risolutiva per il Lipedema

Ha già qualche anno, ma è sempre… in gambissima!

Liposuzione: un trattamento estetico, ma anche l’unica vera cura risolutiva di una seria patologia. È tecnologica, è selettiva sui tessuti, è risolutiva, ha un decorso post operatorio molto abbreviato, ma la sua storia è assai lunga. È nata tanti anni fa, eppure non invecchia mai. La tecnica di aspirare il grasso con una cannula nasce in Italia ad opera di Arpad Fischer, chirurgo plastico nato a Budapest nel 1907 e giunto a Roma all’inizio degli anni 50. Modificata poi da Jeffrey Klein nel 1987, grazie ad una nuova tecnica consentiva di asportare un maggior volume di cellule adipose con una minore perdita ematica. Negli ultimi anni si è poi evoluta in liposcultura 4 D, un metodo assistito da ultrasuoni in anestesia locale che utilizza micro-cannule per scolpire aree corporee anche molto piccole e delicate e per consentire un rimodellamento corporeo molto più armonioso e in alta definizione, una procedura chirurgica mini invasiva per eliminare il grasso definitivamente in modo rapido e indolore. Ma questo ormai lo sanno tutti. Quello che invece è conosciuto solo da pochi specialisti è il Lipedema (o Lipoedema), una patologia del tessuto adiposo molto diffusa che colpisce oltre il 10% della popolazione. Ne parliamo con la dottoressa Maria Stella Tarico, chirurgo plastico:

“Il Lipedema, indipendentemente dall’obesità, a cui può essere associato, è una patologia cronica e invalidante che colpisce prevalentemente il sesso femminile. Comporta un accumulo progressivo di tessuto adiposo sclerotico e nodulare, con una manifestazione più importante a livello degli arti inferiori. Nel tempo porta a intensa dolorabilità e alla perdita di forza con progressiva riduzione della mobilità. Tutto questo si ripercuote conseguentemente sullo stile, sulla qualità della vita, sugli aspetti relazionali e sulla spera psichica”.

– Ma come si fa a capire se si è affetti da Lipedema?

“ I segni clinici del Lipedema sono i gonfiori progressivi e spesso simmetrici, i dolori o l’ipersensibilità al tatto e alla pressione, la presenza frequente di teleangectasie, la comparsa di ematomi. La pelle, nodulare e molle, presenta tipici affossamenti. Inoltre con il segno di Stemmer, uno strumento diagnostico molto affidabile, si cerca di sollevare verso l’alto una plica cutanea su un dito del piede, e se la manovra risulta difficile o impossibile, anche questo è un tipico segno clinico.  In questi casi è bene sottoporsi a visita specialistica”.

– Quali sono le cause?

“In genere si tratta di predisposizione genetica. La patologia si aggrava poi durante i cambiamenti ormonali nei periodi di menarca, gravidanza, menopausa o in seguito all’uso di contraccettivi orali”.

– Quali sono le opzioni di trattamento?

“ L’approccio è multidisciplinare. Si comincia subito con diete a basso contenuto calorico, intensa attività fisica e terapia compressiva. Ma questi non agiscono sulla riduzione dei depositi di grasso. L’unica terapia che può ridurre la quantità di adipe è la terapia chirurgica mediante lipoaspirazione, che consente di agire dove le tecniche fisiologiche non trovano indicazione, con un forte miglioramento funzionale ed estetico”.